Dedicata a tutti i nonni

0
137

Un nonno è stato un bambino cresciuto tra giochi all’aperto, compiti in classe, sogni, sacrifici e qualche piccolo capriccio.

Un nonno è stato un adolescente che ha cercato di trovare la propria strada, il proprio posto nel mondo, a volte ribellandosi e altre volte accontentandosi in silenzio.

Un nonno è stato un genitore che ha provato a crescere i suoi figli nel modo migliore, spesso sbagliando, perché si sa che non esiste un libretto di istruzioni per tirare su i propri bambini e si sa anche che non esiste il genitore perfetto.

Un nonno è stato un adulto che ha capito troppo tardi i suoi sbagli, che ha gioito per i successi dei suoi figli, che ha pianto sulla lapide di un familiare, che ha costruito un nido dove tenere al sicuro tutti i suoi ricordi più cari.

Un nonno è colui che ha sentito il cuore esplodere di felicità quando ha preso per la prima volta in braccio i figli dei suoi figli, quando due occhi segnati dal tempo hanno incontrato due occhi appena aperti sulla finestra dell’universo. Un nonno è colui che una volta diventato nonno ha avvertito la terra tremare sotto i piedi ed è stato travolto da un terremoto di emozioni.

Un nonno è il miglior parco giochi dei suoi nipotini, una spalla dove piangere, un libro di sorprendenti eventi vissuti che può essere letto centinaia di volte.

Un nonno è chi cerca di essere presente nella vita dei suoi figli e nipoti ma che si fa anche da parte, guardando da lontano come la sua famiglia cresce circondata da una sfera di momenti difficili e momenti meravigliosi.

Un nonno è una vita che non si spegne, un angelo che non muore mai perché lascia una traccia indelebile nell’anima di tanti.

Sabrina Ferri

Foto: pixabay.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here