Dieci comandamenti per capire e affrontare l’anoressia

0
143

 

  1. Per favore quando vedi una ragazza molto magra non dire “quella è anoressica” perché la parola “anoressica” non è un identificativo di persona magra.
  2. Per favore quando sai che un’amica, una conoscente o una persona in famiglia soffre di anoressia non dirle cose come “sei diventata brutta”, “devi mangiare o morirai”, “te lo sei voluto”. Ricorda che l’anoressia non è mai una scelta e che la persona anoressica ha un dolore dentro che nemmeno immagini. Si sente in colpa per tutto. Vorrebbe solo sparire in un vortice nero e non riemergere più.
  3. Per favore smetti di pensare che per guarire dall’anoressia basti ricominciare a mangiare normalmente. Il percorso di guarigione è lungo, fatto di salite e di discese, di curve, e di nuovo di discese e di salite. Si deve guarire prima di tutto psicologicamente. Ci si deve ricominciare ad amare, perché si può riacquistare anche peso restando anoressica dentro, sentire il cervello che continua a dirti che fai schifo, sei troppo grassa, non meriti niente.
  4. Per favore se hai un amico molto magro che mangia davvero poco non deriderlo. Esistono anche uomini affetti da anoressia e il tuo amico potrebbe essere uno di loro.
  5. Per favore se tua figlia inizia a rifiutare il cibo non sgridarla. A volte ha solo bisogno di parlare un po’ con te.
  6. Per favore evita di paragonare l’anoressia alla fame nel mondo affermando che chi è anoressico è un egoista e non pensa a chi non ha nulla da mangiare. Le due cose sono assolutamente scollegate. L’anoressia è una patologia molto grave che può colpire chiunque, arrivando come una febbre, all’improvviso. Dietro l’anoressia si cela un universo fatto di scarsa autostima, fragilità, paure, rapporti difficili con se stessi e gli altri. Ogni persona anoressica ha una sua storia. Non ridurre mai l’anoressia ad una mera questione di cibo.
  7. Per favore abbi pazienza. La persona anoressica può risponderti male, mandarti a quel paese, dire che ti odia. Non è lei che parla, è la malattia.
  8. Per favore se conosci una persona che soffre di anoressia o di qualsiasi altro disturbo alimentare prova a parlarle di amore. Punta tutto sull’amore. Perché tanto parlare di cibo, di morte, di dolore, serve solo a far stare peggio.
  9. Per favore se l’anoressia riguarda una persona a te molto vicina non cercare colpe. Non esistono colpe e non esistono colpevoli. Ci sono solo vittime.
  10. Per favore se sei tu a soffrire di anoressia non perdere la speranza. Aggrappati a quella parte di te che vuole tornare a stare bene, a sorridere, a vivere. Perché anche se quella parte è una fiamma invisibile nella tua anima, anche se quella parte credi che non esista, quella parte c’è. È l’amore che scalpita per tornare a splendere dentro di te. Ricorda che guarire si può.

Sabrina Ferri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here